Il miracolo nella pelle

Pensate ad un tessuto lungo vari metri, ma intero; che abbia delle caratteristiche che riescono a dare, allo stesso momento, sia caldo che freddo; che sia sodo ma molto estetico, e che possa offrire una protezione molto efficiente contro tutti gli effetti esterni. 

La pelle che copre il corpo umano ed i corpi di tutti gli esseri viventi, con qualche differenza secondo le specie, ha tutte queste caratteristiche. 

La pelle, come tante altre strutture, è un organo tanto importante che una sua assenza metterebbe la vita umana a rischio.  La lesione di anche solo una sua sezione, che porterebbe ad una considerevole perdita di acqua nel corpo, causerebbe la morte.  Date queste caratteristiche, la pelle è un organo che già da solo basta a confutare la teoria dell’evoluzione.  È impossibile sopravvivere, per un essere vivente che abbia tutti i suoi organi già formati ma con una pelle non ancora evoluta o parzialmente formata.  Questo ci dimostra che tutte le parti del corpo degli esseri umani, ed anche degli animali, sono state formate intatte e senza difetti allo stesso momento, il che significa che sono state create. 

Al di sotto della pelle, che è fatta di strutture totalmente differenti tra loro, vi è uno strato composto da lipidi, che ha la funzione di isolamento dal calore.  Sopra questo strato vi è una sezione che per la maggior parte è composta da proteine, e che serve a dare alla pelle la sua qualità ed elasticità. 

Guardando in giù, fino ad un centimetro sotto la pelle, si vedrebbe un’immagine formata da questi lipidi e proteine, e con diversi vasi sanguigni.  È una immagine per niente gradevole, ed anche terrificante.  Con il coprire tutte queste strutture, invece, la pelle contribuisce a dare un aspetto molto gradevole al nostro corpo, oltre a proteggerlo da tutti gli effetti esterni.  Il che da solo è già abbastanza per dimostrare quanto sia importante per noi l’esistenza della pelle. 

Tutte le funzioni della pelle sono vitali.  Alcune di loro sono: 

  • Previene i possibili inconvenienti all’equilibrio dell’acqua nel corpo:  Ambedue i latidell’epidermide, lo strato esterno della pelle, sono a tenuta d’acqua.  La concentrazione dell’acqua nel corpo viene controllata grazie a questa caratteristica della pelle, che è un organo più importante dell’orecchio, del naso ed anche dell’occhio.  Noi potremmo vivere senza questi altri nostri organi sensori, ma ci sarebbe impossibile sopravvivere senza la pelle.  Dato che è impossibile, in un corpo senza pelle, trattenervi l’acqua, il fluido più vitale del corpo umano. 
     
  • È forte e flessibile:  la maggior parte delle cellule dell’epidermide sono morte.  Il derma, d’altra parte, è invece composto di cellule vive.  Col tempo le celle dell’epidermide iniziano a perdere le loro caratteristiche cellulari, e vengono convertite in una sostanza rigida chiamata “cheratina”, che tiene insieme queste cellule morte e forma così uno scudo protettivo per il corpo.  Si potrebbe pensare che questa qualità protettiva aumenterebbe, se la cheratina fosse più spessa e più rigida, ma questo non è vero.  Se avessimo una pelle rigida e spessa come quella di un rinoceronte, il nostro corpo, che è così mobile, perderebbe la sua mobilità e diverrebbe goffo ed impacciato. 
     
  • A prescindere dalle specie in questione, la pelle non è mai più spessa del necessario.  Vi è un piano molto ben equilibrato e controllato, nella sua struttura.  Si supponga che le cellule epidermiche muoiano costantemente, e che questo processo non si fermi ad un certo punto.  A questo modo la nostra pelle continuerebbe ad ispessirsi, diventando come quella di un alligatore.  Ma questo non succede mai, la pelle è sempre del giusto spessore.  Come succede tutto questo?  Come fanno le cellule della pelle a sapere dove fermarsi? 
     
  • Sarebbe molto illogico e ridicolo affermare che sono le cellule che costituiscono la pelle a determinare da sole dove fermarsi, oppure che questo sistema ha avuto origine solo per una coincidenza.  Vi è invece un lampante disegno insito nella struttura della pelle.  È senza dubbio Allah, il Sostenitore di tutto il mondo, Il Solo ed Unico, Che ha determinato questo disegno. 
     
  • Possiede congegni atti a raffreddare il corpo quando fa caldo:  Il derma è circondato da capillari molto sottili, che non solo servono a nutrire la pelle, ma anche a controllare il livello del sangue al suo interno.  Quando la temperatura aumenta, le vene si dilatano e permettono così al sangue eccessivamente caldo di passare attraverso lo strato esterno della pelle, che è relativamente più freddo, e così il calore viene dissipato.  Un altro modo per raffreddare il corpo è la sudorazione:  la pelle umana è piena di molti fori sottili chiamati “pori”, che arrivano fino allo strato più basso della pelle, dove vi sono le ghiandole del sudore.  Queste prendono l’acqua dal sangue e la buttano fuori dal corpo facendola passare attraverso i pori.  L’acqua così espulsa usa il calore del corpo per vaporizzarsi, e questo causa un senso di frescura. 
     
  • Trattiene il calore del corpo quando fa freddo:  con una temperatura bassa, l’attività delle ghiandole del sudore si rallenta, e le vene si restringono.  Questo fa diminuire la circolazione del sangue sotto pelle, impedendo così la dispersione del calore del corpo. 

Quello che tutto questo sta a dimostrare è che la pelle umana è un organo perfetto disegnato allo specifico scopo di renderci la vita facile.  La pelle ci protegge, funziona come un “condizionatore d’aria”, ed agevola i nostri movimenti grazie alla sua flessibilità.  E poi è anche estetica. 

Invece di una pelle di questo tipo, avremmo potuto avere una pelle spessa e ruvida.  Oppure senza flessibilità, così da screpolarsi o lacerarsi nell’eventualità di aver messo su anche solo pochi chilogrammi in più.  Avremmo potuto avere una pelle che ci avrebbe fatto svenire dal caldo d’estate e gelare d’inverno.  Ma Allah, Che ci ha creato, ha ricoperto il nostro corpo nel modo più confortevole, funzionale ed estetico possibile.  Poiché Egli è “il Creatore, Colui che dà inizio e forgia tutte le cose” (Surat al-Hashr: 24). 

(Harun Yahya,I Segni nei Cieli ed in Terra Per gli Uomini con Discernimento)


2010-09-10 23:44:31

Riguardo questo sito | Fanne la tua Homepage | Aggiungi ai preferiti | RSS Feed
tutto il materiale può essere copiato, stampato e distribuito semplicemente facendo un riferimento a questo sito
(c) All publication rights of the personal photos of Mr. Adnan Oktar that are present in our website and in all other Harun Yahya works belong to Global Publication Ltd. Co. They cannot be used or published without prior consent even if used partially.
© 1994 Harun Yahya. www.harunyahya.it
page_top