Atlante Della Creazione - Vol. 1 -

Download del libro

Download (DOC)
Download (PDF)
commenti

capitoli del libro

< <
17 / total: 35

Introduzione
Perchè La Teoria Dell’evoluzione?

Alcuni, quando si parli di teoria dell'evoluzione o darwinismo, pensano che tali concetti riguardino soltanto il campo della scienza e che non abbiano alcuna rilevanza nell'ambito della loro vita quotidiana. Questa è un’incomprensione diffusa. Ben lungi dall'essere una semplice nozione nel contesto delle scienze biologiche, la teoria dell'evoluzione costituisce la base di una filosofia ingannevole che ha soggiogato un gran numero di persone: il materialismo.

karl marx, Il Capitale das kapital, marks

Karl Marx rese chiaro il fatto che la teoria di Darwin offriva una solida base per il materialismo e quindi anche per il comunismo. Egli dimostrò la sua simpatia per Darwin anche dedicandogli Il Capitale, che è considerata la sua opera maggiore. Nell’edizione tedesca del libro, scrisse: “da un devoto ammiratore a Charles Darwin".

La filosofia materialista, che accetta solo l’esistenza della materia e suppone che l’uomo sia solo un ‘mucchio di materia’, afferma che non sarebbe nulla di più di un animale, dove il ‘conflitto’ costituisce l’unica regola della sua esistenza. Anche se viene propagata come una filosofia moderna basata sulla scienza, il materialismo è in realtà un antico dogma privo di basi scientifiche. Concepito nell’antica Grecia, questo dogma fu riscoperto dai filosofi atei del Settecento. Nell’Ottocento, fu poi trapiantato in diverse discipline scientifiche grazie a pensatori come Karl Marx, Charles Darwin e Sigmund Freud. In altre parole, la scienza venne distorta per far posto al materialismo.

Gli ultimi due secoli hanno costituito una sanguinosa arena per il materialismo: le ideologie basate sul materialismo (o ideologie concorrenti che si opponevano al materialismo, ma ne condividevano le premesse) hanno portato uno stato permanente di violenza, guerra e caos nel mondo. Il comunismo, responsabile della morte di 120 milioni di persone, è il risultato diretto della filosofia materialista. Il fascismo, anche se pretende di costituire un’alternativa alla visione materialista, ha accettato il concetto materialista fondamentale del progresso attraverso il conflitto e ha lanciato regimi oppressivi, massacri, guerre mondiali e genocidi.

Accanto a queste due ideologie sanguinarie, anche l’etica individuale e sociale è stata corrotta dal materialismo.

Il messaggio ingannevole del materialismo, che riduce l’uomo a un animale apparso per caso e senza alcuna responsabilità verso alcun essere, ha demolito i pilastri morali, come l’amore, la compassione, il sacrificio di sé, la modestia, l’onestà e la giustizia. Disorientata dal motto materialista, “la vita è lotta”, la gente è arrivata a vedere le proprie vite come nient’altro che uno scontro di interessi e ciò ha portato, a sua volta, a condurre la vita secondo la legge della giungla.

Tracce di questa filosofia, che porta molte responsabilità per i disastri compiuti per mano umana nel corso degli ultimi due secoli, si possono trovare in ogni ideologia che vede nelle differenze tra le persone dei ‘motivi di conflitto’. Questo comprende i terroristi dei giorni nostri che affermano di sostenere la religione, mentre commettono uno dei più grandi peccati, uccidendo gente innocente.

La teoria dell’evoluzione, o darwinismo, fa comodo a questo punto, perché fornisce la tessera mancante nel puzzle. Ecco perché Karl Marx, il fondatore del comunismo e del materialismo dialettico, ha scritto che il darwinismo costituiva “la base nella storia naturale” della sua visione del mondo.1

Ma quella base era marcia. Le scoperte scientifiche moderne mostrano ripetutamente come la credenza popolare che associa il darwinismo alla scienza sia falsa. L’evidenza scientifica confuta totalmente il darwinismo e rivela che l’origine della nostra esistenza non si trova nell’evoluzione ma nella creazione. Dio ha creato l’universo, tutti gli esseri viventi e l’uomo.

Questo libro è stato scritto per rendere noto alla gente questo fatto. A partire dalla sua prima pubblicazione, in Turchia e poi in molti altri paesi, milioni di persone hanno letto e apprezzato questo libro. È stato stampato, oltre che in turco, in inglese, tedesco, italiano, spagnolo, russo, cinese, bosniaco, arabo, albanese, urdu, malese e indonesiano (il testo del libro si può scaricare gratuitamente in tutte queste lingue all’indirizzo www.evolutiondeceit.com).

L’impatto dell’Inganno dell’evoluzione è stato riconosciuto dai principali esponenti della visione opposta. Harun Yahya è stato oggetto di un articolo sul New Scientist intitolato “Darwin al rogo”. Questo importante periodico popolare darwinista ha notato nel suo numero di aprile 2000 che Harun Yahya è un “eroe internazionale” e ha espresso la propria preoccupazione per il fatto che i suoi libri “sono stati diffusi in tutto il mondo islamico”.

Science, il periodico principale della comunità scientifica generale, ha sottolineato l’impatto e la sofisticazione delle opere di Harun Yahya. L’articolo di Science, “il creazionismo si radica là dove si incontrano l’Europa e l’Asia”, del 18 maggio 2001, ha commentato che in Turchia “opere sofisticate come L’inganno dell’evoluzione e Il volto oscuro del darwinismo… sono diventate più influenti dei libri di testo in certe parti del paese”. Il giornalista prosegue, valutando le opere di Harun Yahya, che hanno iniziato “uno dei movimenti antievoluzionistici più forti del mondo fuori dall’America settentrionale”.

Anche se simili periodici evoluzionistici notano l’impatto dell’Inganno dell’evoluzione, essi non offrono alcuna risposta scientifica ai suoi argomenti. Il motivo, ovviamente, è che ciò semplicemente non è possibile. La teoria dell’evoluzione si trova in una condizione di completo stallo, un fatto che scoprirete leggendo i capitoli che seguono. Questo libro vi aiuterà a capire che il darwinismo non è una teoria scientifica, ma un dogma pseudoscientifico sostenuto in nome della filosofia materialista, nonostante le prove contrarie e una vera e propria confutazione.

Noi speriamo che L’inganno dell’evoluzione continuerà a contribuire per molto tempo alla confutazione del dogma materialista darwinista che sta fuorviando l’umanità sin dall’Ottocento. E ricorderà alla gente i fatti decisivi della nostra vita, come siamo venuti a essere e quali siano i nostri doveri verso il nostro Creatore.

Il Disegno Intelligente,
In Altre Parole La Creazione

Dio Non Ha Bisogna Di Un Disegno Per Creare.

È importante capire in maniera corretta il termine “disegno”. Il fatto che Dio abbia creato un disegno senza difetti non significa che abbia prima fatto un piano, per poi metterlo in atto. Dio, il Signore della Terra e dei cieli, non ha bisogno di “disegni” per creare. Dio è al di soprà di ogni simile manchevolezza. Progetta e crea nello stesso istante.

Quando Dio vuole che qualcosa avvenga, Gli basta dire, “Sia!”

Come ci dicono i versetti del Corano:

Quando vuole una cosa, il Suo ordine consiste nel dire "Sii" ed essa è [Corano XXXVI, 82].

[Dio] è il Creatore dei cieli e della Terra; quando vuole una cosa, dice "Sii"ed essa è [Corano II, 117].

 

NOTES

1 Cliff, Conner, "Evolution vs. Creationism: In Defense of Scientific Thinking", International Socialist Review (Monthly Magazine Supplement to the Militant), novembre 1980.

 

17 / total 35
You can read Harun Yahya's book Atlante Della Creazione - Vol. 1 - online, share it on social networks such as Facebook and Twitter, download it to your computer, use it in your homework and theses, and publish, copy or reproduce it on your own web sites or blogs without paying any copyright fee, so long as you acknowledge this site as the reference.
Riguardo questo sito | Fanne la tua Homepage | Aggiungi ai preferiti | RSS Feed
tutto il materiale può essere copiato, stampato e distribuito semplicemente facendo un riferimento a questo sito
(c) All publication rights of the personal photos of Mr. Adnan Oktar that are present in our website and in all other Harun Yahya works belong to Global Publication Ltd. Co. They cannot be used or published without prior consent even if used partially.
© 1994 Harun Yahya. www.harunyahya.it
page_top